Il fattore TempoLettura: 1 min

Conclude Riccardo dalle Luche, riguardo all’importanza del fattore tempo che, nel suo articolo Fenomenologia e psicoterapia, colloca anch’egli tra i cosiddetti fattori aspecifici della psicoterapia: “dare tempo al tempo, sapere far trascorrere il tempo, essere in grado di sopportare il tempo del dolore, dell’angoscia, della stasi, della noia, del venire o del non venire al pettine dei nodi, del chiarirsi delle differenze, il tempo delle confessioni e delle disillusioni, delle trasformazioni vitali, questo è il sapere dei saperi dello psicoterapeuta, ottenibile solo mediante la sospensione dell’atteggiamento naturale che prevederebbe l’intervento, la fretta, il consiglio, l’impazienza, l’intolleranza, la rabbia di voler concludere e l’esigenza di trovare “una soluzione” e così via, tutti atteggiamenti “naturali” che, di fronte alle manifestazioni psicopatologiche, si impara con molta lentezza a mettere fuori giuoco”.

diamo tempo al tempo…

Cardux
Mi chiamo Massimo, sono nato nel 1989 e scrivo sul mio sito dal 2008. Cosa ho imparato in questi anni online? Che non si smette mai di imparare...