Uscire dalla Zona di Comfort: come?Lettura: 1 min

La tua zona di comfort esiste per una ragione. E’ la “zona” psichica in cui solitamente fai le cose di ogni giorno. E’ la zona di comodità, come suggerisce il nome. Se vuoi migliorare te stesso, devi uscire dalla zona di comfort; per riuscire a fare ciò, c’è bisogno di iniziare a praticare comportamenti nuovi, fare cose di cui non sei molto pratico (ad es. provare a scrivere qualcosa di semplice con la mano “debole”). Spingerti nella “zona di apprendimento” o, per citare un certo Lev, nella zona di sviluppo prossimale.

Comfort Zone

Come indica il blog di business Entrepreneur, anche cambiare piccoli dettagli nelle abitudini quotidiane può avere un grande impatto sulla zona di comfort. Più ti spingi a fare cose inusuali, più ti sarà familiare quella sensazione di novità (che spesso inibisce l’azione). Ciò renderà le cose più semplici quando sarà davvero necessario cambiare qualcosa di importante:

Non c’è bisogno di sconvolgere la routine per uscire dalla zona di comfort. Prova a cambiare facendo piccoli passi, per esempio percorrendo una strada diversa per andare al lavoro o spostando la scrivania in un’altra posizione. Questi accorgimenti possono aiutarti a prendere confidenza con la sensazione di novità che si prova quando si affrontano esperienze nuove.

Quando la posta in gioco è alta, anche solo uscire dalla zona di comfort può sembrare un rischio. Inoltre, le tue inibizioni in merito possono farlo apparire anche peggio. Abituarsi ad essere fuori dalla zona di comfort è essenziale per essere quanto meno preparati a momenti più difficili.

Cardux
Mi chiamo Massimo, sono nato nel 1989 e scrivo sul mio sito dal 2008. Cosa ho imparato in questi anni online? Che non si smette mai di imparare...